IC FOLLONICA 1

news

 

3 Marzo 2021 Le maschere le facciamo noi

I bambini e le bambine della scuola dell’infanzia dei Campi Altisono stati protagonisti del carnevale 2021

Le aule della scuola si sono trasformate in laboratori ludicoespressivi per la realizzazione di maschere e di travestimenti

Materiali di recupero, un pizzico di fantasia e tanto divertimento. I bambini e le bambine della scuola dell’infanzia di Campi Alti, Istituto comprensivo Follonica1, sono stati i
protagonisti del carnevale 2021. Gli alunni – con la guida delle loro docenti – hanno infatti realizzato maschere e travestimenti, utilizzando materiali di riciclo. “Le aule – spiegano le
insegnanti del plesso – si sono trasformate in veri e propri laboratori in cui i nostri piccoli allievi e le nostre piccole allieve hanno realizzato la propria maschera e sono stati interpreti
attivi del loro processo di trasformazione, potenziando abilità manuali, creative ed espressivo comunicative. Partendo da semplici materiali di recupero ogni bambino ha
realizzato un accessorio, un oggetto oppure un abito da indossare per dare vita ad un personaggio di fantasia”. “L’attività – aggiungono le docenti – si è conclusa con una uscita
didattica per le strade del quartiere confinanti con la scuola di Campi Alti. Abbiamo così voluto premiare il lavoro svolto dai bambini, che hanno mostrato entusiasmo e stupore per
questa insolita e magica esperienza che ha coniugato l’aspetto educativo con la bellezza dello stare stare insieme in allegria in un momento che ci impone di stare distanziati”.

1 Marzo 2021 A lezione di corretti stili di vita. E di rispetto dell’ambiente – Scuola primaria Rodari

Con il progetto sCool Food i bambini e le bambine della primaria Rodari diventano protagonisti nella costruzione di un pianeta più sostenibile

A scuola per conoscere i corretti stili di vita. E per imparare a prendersi cura del nostro pianeta, giocando e divertendosi. È “sCool Food” il progetto intrapreso dai bambini e dalle bambine della scuola primaria Rodari, dell’istituto comprensivo Follonica 1. Scool Food è programma molto vasto di educazione alla cittadinanza globale, ai diritti umani e alla diversità culturale pensato per promuovere nei più piccoli comportamenti orientati alla sostenibilità economica, sociale ed ambientale. “Il progetto sCool Food, sostenuto dalla Fondazione Monte dei Paschi di Siena – spiegano le docenti di Rodari – sta permettendo alle nostre alunne e ai nostri alunni di esplorare, attraverso laboratori e attività didattiche, tutte le possibili connessioni fra cibo, energia, stili di vita e riduzione degli sprechi, in linea con gli obiettivi dell’Agenda 2030”. L’Agenda 2030 è l’ambizioso percorso dell’Onu improntato- attraverso 17 macro obiettivi (goals), fra cui il contrasto ai cambiamento climatici e la lotta alle disuguaglianze – a rendere migliore, entro il 2030, il nostro pianeta.

Scool Food – precisano le insegnanti – si scrive proprio così, senza la lettera H, e vuol “ganzo”, “di tendenza”, “giusto”, come ganzi, di tendenza e giusti sono i nostri bambini e le nostre bambine”.

Nei giorni scorsi la tutor di sCool Food per la Provincia di Grosseto, Giovanna Novelli, ha visitato il plesso di Rodari. L’incontro è stato una preziosa occasione di divertimento e di riflessione in cui i bambini si sono cimentati in attività laboratoriali ed esperienziali sull’Agenda 2030. “In particolare – spiegano ancora le maestre – le classi quarta e quinta sono state impegnate nel Gioco dei 17 Goals, con gli alunni come pedine che potevano avanzare o meno nelle postazioni collocate in giardino dopo aver risposto correttamente alle domande sull’Agenda 2030. Le altre classi hanno invece realizzato attività propedeutiche all’orto ed attività ludico didattiche per star bene insieme nel rispetto delle regole condivise”.

Il progetto sCool Food è partito nel mese di settembre dopo una formazione di 20 ore di tutti i docenti. “Si tratta – concludono le insegnanti – di un percorso in continuità per il Comprensivo Follonica 1, cui hanno preso parte, oltre a tutte le classi della primaria Rodari, anche alcune classi della scuola media Pacioli”.

SCool Food è soltanto uno dei tasselli del progetto scolastico di Rodari denominato, non a caso, Rodari 2030, let’s go green. Il cuore ecologico del plesso si manifesta anche nei vari percorsi di riduzione del consumo della plastica, nell’orto didattico allestito nel giardino della scuola, fino alla costruzione di un acquario con alcuni esemplari del nostro mare. “L’acquario – aggiungono le docenti – è stato costruito con la supervisione dell’esperto della cooperativa Nuova Maremma, Mario Matteucci. I granchi, il paguro, la bavosa ospitati nell’acquario saranno liberati in mare nella prossima primavera”. 

19 Febbraio 2021 “Learning by doing” all’IC FOLLONICA1

La didattica, alla scuola IC Follonica1, poggia le proprie basi su esperienza e solide teorie pedagogiche.

“FARE PER IMPARARE” è l’idea che muove il progetto realizzato dagli alunni di 1B della scuola secondaria di I grado “L.Pacioli”. Partendo da un semplicissimo argomento di storia ovvero – I castelli medioevali – le professoresse Oriolo M., D’Alessandro A., Masetti E. e Massano E. hanno saputo creare un contesto educativo inclusivo ed interdisciplinare dove l’apprendimento è avvenuto in modo creativo e collaborativo e gli alunni hanno imparato divertendosi.

15 Febbraio 2021 Esprimersi senza limitazioni.

Alla Scuola Secondaria di I Grado “L. Pacioli” non ci lasciamo scoraggiare dal COVID, ma ci esprimiamo con note, colori e parole!

La prof.ssa Amoroso Lia mostra e commenta i lavori dei propri alunni in tre gallerie virtuali che vi proponiamo qui di seguito:

1_Lavori settembre _dicembre 2020 – corsi ABC

“I ragazzi della scuola Media nel nostro I.C. Comprensivo Follonica1, partendo dalla prima, si specializzano nell’uso della tecnica delle matite, guardando il mondo con occhi diversi e più consapevoli. Si parte da una visione favolistica o semplificata della realtà (come si può vedere dai lavori esposti), per arrivare a cogliere, a percepire i cambiamenti e la mutevolezza di tutto ciò che ci circonda: luce, ombra, colori, forme.
La bellezza insita in tutte le cose non è un dato di fatto ma nasce da un insieme d’imperfezioni e fatalità che la mente di un bambino può cogliere forse anche meglio di un adulto, la cosa importante è guidarla perché ciò avvenga.
Guardando i disegni presenti in questa sequenza si nota come, pur cercando di cogliere le caratteristiche di un semplice oggetto, mano a mano che ci si avvicina alla fine di questo percorso formativo, cioè nelle classi terze, quei semplici oggetti così ostili per ogni studente all’inizio del percorso, vengono pervasi da quell’aura magica che riescono a creare solo coloro che li hanno guardati con occhi amorevoli”. 

2_lavori di natale corsi A B C

“Ogni anno, per la ricorrenza delle festività Natalizie, svolgo in tutte le mie classi, un’attività rivolta a questo periodo così particolare, utilizzando materiali poveri quali carte, cartoncini ecc. oppure riciclati.
Un anno i ragazzi si sono dedicati alla costruzione di oggetti di abbellimento per casa e scuola: ninnoli Natalizi, alberelli di Natale, scarponcini e calze piene di doni, capanne con Bambino, Madonna e San Giuseppe, ecc. da appendere in punti strategici della casa o della scuola, giocando con gli ambienti.
Un altro anno biglietti Natalizi con auguri a parenti, amici e insegnanti, altri anni biglietti pop up, poi è stata la volta dei fiori natalizi da regalare con piccolo biglietto, l’anno scorso invece ogni ragazzo ha realizzato alcuni sacchettini di carta ornati con ghirlande contenente caramelle, cioccolatini ecc…
A causa della Pandemia però, quest’anno non è stato possibile per non contravvenire alla legge che prevede il mantenere una certa distanza, a scapito del contatto con gli altri. Ho pensato così di utilizzare il programma di grafica al computer Gimp, il cui studio ho introdotto già da molti anni nella mia materia. I ragazzi hanno così potuto presentare un loro personalissimo augurio seppure a distanza”.

3_concorso Rotary

“Questo lavoro, svolto in occasione del concorso bandito dal Club Rotary, ha portato i ragazzi della scuola Media “Luca Pacioli” Follonica 1, ad esternare paure e speranze legate a questo difficile momento che non solo l’Italia ma il mondo intero sta’ affrontando.
Il tema del concorso: “Emergenza sanitaria ed economica tra diritti, libertà sospese, solidarietà e interessi comuni: il ruolo delle istituzioni e dei cittadini”, è un tema forte e molto difficile da affrontare ma come si può constatare, i ragazzi ci sono riusciti brillantemente.
Per quanto riguarda la tecnica si va’ dall’uso delle matite colorate a quelle acquerellabili. I lavori sono tutti bellissimi e da questi si evince quell’ingenuità ancora infantile che rende il mondo un Paradiso nonostante tutto”.